Come Proteggere la Casa dalle Banche

Salvare la casa dalle banche

E’ vero che non possono più pignorare casa mia?
Il pignoramento della prima casa, o casa coniugale, può avvenire da parte della banca che mi ha concesso il mutuo?

Andrea e Anna hanno contratto un mutuo per l’acquisto della prima casa qualche anno fa, quando concedere un mutuo con 2 buste paga non era un problema per la banca, e hanno regolarmente pagato le rate del mutuo per diverso tempo.

Lui e la moglie hanno acquistato un grazioso appartamento in un contesto di medie dimensioni, Biella non è certo una città piena di grattacieli, e si sono trasferiti con tutta la famiglia composta da 4 persone, di cui 2 sono bambini molto piccoli, che avrebbero sicuramente goduto del fatto di vivere in una cittadina dove è ancora possibile far giocare i bambini al parco giochi tranquillamente.

Il tempo scorre felice in famiglia fino al giorno in cui la moglie scopre che l’azienda per cui lavora è in forte crisi e perde il lavoro.

Adesso si che iniziano gli intoppi per loro perché con uno stipendio in meno, affrontare le spese è più dura.

La ditta per cui lavorava era un nome rinomato nel biellese, in Piemonte, e adesso ha chiuso, complice la tremenda crisi che tutti purtroppo conosciamo molto bene.
Non c’è stato niente da fare per gli operai, il settore del tessile ha avuto un terribile collasso nel nord ovest Italia e la sua azienda ha chiuso!.

Se le entrate subiscono un brusco freno di solito non è il mutuo a risentirne, almeno inizialmente, ma le spese condominiali che sono le prime a saltare.

Accusato incolpatoQuando sei indietro con le spese condominiali, la tua reputazione inizia a scendere e quando incontri gli altri inquilini, vieni visto come una brutta persona, quasi un delinquente.

Ti senti accusato, sotto osservazione e c’è sempre una parola brutta riservata per te.

Però nessuno conosce la vera storia, al fatto che sei incolpevole di quello che ti è successo. Anche perché,hai sempre pagato fino a quel momento.

Infatti, la moglie ha il terrore di incontrare qualcuno del condominio e di fare brutta figura. Loro sono sempre stati precisi e puntuali nei pagamenti a scapito di tutto il resto e poi come avrebbe fatto a mandare i bambini a giocare in cortile se non avesse pagato tutto?

La moglie ci fa anche questa domanda: Perché Non Vendere Casa per Pagare il Mutuo e il Condominio?

E’ un’ottima osservazione ma devi sapere come farlo per evitare di incappare in brutte e inaspettate situazioni.

redPuoi vendere casa, ma se non sei abile a trattare con banca a e condominio rischi di non poter effettuare la vendita perché il ricavato non copre il debito totale.

Il marito, invece non è d’accordo, insiste nel voler pagare solo le rate del mutuo, convinto che tanto nessuno, in realtà neanche la banca può Pignorare la casa per nessun motivo, non è uscita una legge in merito poco tempo fa?

Anche l’avvocato mi ha detto che con l’ipoteca nessuno ti porta via la casa, perché è della banca…
Inoltre, se paghi la banca, nessuno ci può pignorare, lo dice la legge.

Figuriamoci il condominio. Quale potere ha?

Chiariamo alcuni punti.

Tutti possono pignorarti la casa per un debito!
Che tu sia un privato o un’azienda con fideiussioni o garanzie personali.

Secondo, per l’esattezza, la legge a cui fa riferimento è il Decreto del Fare (legge di conversione del 9 agosto 2013 n 69).

In sintesi la legge prevede che L’agente della riscossione non può pignorare la PRIMA ed Unica casa del debitore, che deve avere lì la residenza anagrafica. Inoltre un altro requisito fondamentale è che il debitore debba avere solo quella casa di proprietà. Da tenere anche presente che gli immobili di questo decreto non devono essere accatastati come A8 e A9, ovvero come ville e case di lusso.

Questa legge vale solo per Equitalia e non per gli altri creditori, comprese banche e condominio, che possono Pignorare la casa familiare ipotecata e bisogna anche considerare che in ogni caso Equitalia può intervenire in una procedura di pignoramento della casa intrapresa da un altro creditore anche se il debitore in questione ha tutti i requisiti prima elencati.

SfrattatiI nostri clienti dopo aver appreso queste informazioni, a parte essere scioccati da questa cosa che non conoscevano,  il loro primo pensiero è andato sui figli.

Cosa sarebbe successo se avessero pignorato la casa e l’avessero persa all’asta?

redLa loro paura peggiore è quella di finire per strada senza aiuto da parte di nessuno.

Vedere la propria persona e la propria reputazione finire sotto le scarpe dei piedi e non essere in grado di sostenere lo sguardo con le persone che conoscono.

Ci hanno spiegato che si sentono come falliti nella vita.

Però si sono immediatamente informati sulla legge in questione, hanno parlato a lungo con noi.

Ci hanno fatto ogni domanda del caso, e hanno capito che togliersi il pane dalla loro bocca e quella dei loro figli per pagare la banca o il condominio, non è una soluzione.

Si sono anche posti la domanda: Ma esiste un modo per non farsi pignorare la casa dal condominio o dalla banca?
Assolutamente no, il debito si deve pagare… certo, ma se i soldi non ci sono?

Loro ci hanno contattato e, dopo aver parlato con noi, con i documenti necessari sotto mano, ci hanno incontrati ed esposto le loro esigenze abbiamo trovato loro una soluzione veloce definitiva al pignoramento della casa ipotecata e con spese condominiali accumulate.

William Debiti ZeroSono William Cappa, il Professionista dello Spignoramento. Contattami e richiedi la Guida del Sistema Collaudato “Basta Debito” >>> clicca qui <<<.

Puoi Contattarci per poter conoscere la soluzione più efficace al tuo specifico problema. Ti ricordiamo che la prima consulenza telefonica è gratuita. Alla voce contatti, trovi tutte le info.

Se pensi di aver trovato delle info interessanti, non fare l'egoista, condividi questo articolo su Facebook o vari Social Network tramite i bottoni che trovi qui sopra, per dar modo ad altre persone in difficoltà di raggiungere queste informazioni, che potrebbero essere d'aiuto.

63 Comments

  • andrea
    11 ottobre 2013 - 11:07 | Permalink

    buon giorno, quindi se ho capito bene solo se ho dei debiti con equitalia non rischio il pignoramento, ma per qualsiasi cira? Ad esempio se ho un debito con equitalia di 150000 euro?
    grazie e cordiali saluti
    andrea

    • 14 ottobre 2013 - 10:11 | Permalink

      Se l’immobile:
      – è destinato ad uso abitativo e il debitore vi risiede anagraficamente;
      – è l’unico immobile di proprietà del debitore;
      – non è di lusso,
      non può essere pignorato da Equitalia.

      Se non rispetta TUTTE le caratteristiche, può essere pignorato se il debito è sopra i 120.000 euro.

      Si ricordi che Equitalia, però, può sempre intervenire in pignoramenti di altri, che non hanno limitazioni.

  • Alberto
    16 febbraio 2014 - 21:42 | Permalink

    Ho sentito che è possibile proteggere la casa anche con un Trust, è vero?

    • 17 febbraio 2014 - 08:34 | Permalink

      Gentile Alberto,
      è possibile proteggere la casa e il patrimonio con un Trust.
      ovvio che devono sussistere determinate condizioni altrimenti il Trust potrebbe essere revocabile, ma se fatto con i giusti crismi, diventa uno strumento inattaccabile.

      Le consiglio di leggere questo articolo e troverà altri collegati.
      http://blog.debitizero.com/tutela-del-patrimonio/

  • Alessandra
    22 febbraio 2014 - 14:17 | Permalink

    Avendo un debito di 84000 con la banca, possono pignorarmi la prima casa dove vivo con i genitori invalidi?
    Come faccio a difendermi.

    • 22 febbraio 2014 - 22:36 | Permalink

      Gentile Alessandra,
      non ho capito la domanda.

      Se la banca con la quale ha il debito è la stessa che ha l’ipoteca, semplicemente le revoca il mutuo per inadempienza e le pignora l’immobile.

      Se è un altra banca può, indipendentemente se la casa ha già un’altra ipoteca o meno, pignorare qualunque cosa in suo possesso per estinguere il debito.
      Ovviamente la banca che detiene l’ipoteca le revocherà il mutuo per poter intervenire nella procedura come figura prioritaria.

      Mi spiace per la sua situazione ma il fatto che i genitori siano invalidi non è assolutamente una caratteristica che puà fermare una procedura esecutiva o un esproprio una volta che la casa è venduta all’asta.

      Però, per questo tipo di casistiche abbiamo forti soluzioni.
      Ci contatti in privato.

  • Giorgio P.
    16 maggio 2014 - 10:22 | Permalink

    Ma se faccio un Trust, come si comporta nei confronti di eventuali attuali creditori.
    Non ho decreti ingiuntivi ne altro, ma non potrebbe essere sospetto?

    • 17 maggio 2014 - 08:02 | Permalink

      Gentile Giorgio,
      istituire un Trust è un suo diritto e nessuno, per questo le può dire qualcosa.
      L’isituzione del Trust deve avere forti motivazioni, non posso svelarle quali, ma se fatto seguendo le regole giuste, nessuno può dirle nulla.
      Soprattutto in una situazione in cui nessuno ha mosso atti nei suoi confronti.
      Viva sereno!

  • Giorgia C.
    1 giugno 2014 - 22:36 | Permalink

    Può il condominio pignorarmi la casa anche se ho l’ipoteca della banca?
    Il mio avvocato mi ha detto che nessuno me la può pignorare perché l’ipoteca della banca funziona come repellente.

    • 2 giugno 2014 - 11:07 | Permalink

      Gentile Giorgia,
      Chiunque può pignare l’immobile.
      L’ipoteca della banca non frena certamente altri creditori che cercano di riavere i loro soldi.
      Il suo avvocato, potrebbe non essere competente in questo ambiente.
      Si rivolga a qualcuno che ne sappia, meglio se ci contatta in privato, saremo lieti di spiegarle a voce come funzionano le cose.

  • Sapiente
    4 giugno 2014 - 09:21 | Permalink

    La prima casa non è pignorabile, state dicendo tante balle.
    Il mio avvocato mi dice che la prima casa è al sicuro, perché è un diritto!

    • 4 giugno 2014 - 11:37 | Permalink

      Gentile Sapiente,
      non posso altro che farle i miei migliori auguri!
      PS: non consigli il suo avvocato ad altri nella sua situazione.

  • domenico
    21 ottobre 2014 - 15:24 | Permalink

    Buongiorno ho un debito di una srl di cui sono socio con una banca per 30.000 euro. Sui beni ho istituito oltre 5 anni fa un fondo patrimoniale. I debiti purtroppo sono garantiti da fideiussione. La banca puo pignorare la mia casa ? La fideiussione è precedente al fondo

    • 27 ottobre 2014 - 21:06 | Permalink

      Gentile Domenico,
      il fondo dopo cinque anni si consolida del tutto.

      Chiaramente se è stato costituito quando non c’era un momento vile, il fondo regge.

      La cosa preoccupante è quando il fondo andrà a sciogliersi, li i creditori potranno attaccare.

      Meglio muoversi per tempo e capire se la fidejussione è lecita o meno e se il debito non è usurario.

      Ci contatti che diamo un’occhiata.

  • Marco
    5 dicembre 2014 - 11:59 | Permalink

    Buongiorno,
    essendo socio di una snc dove la banca ha emesso un decreto ingiuntivo per un valore di 70.000 €, ed essendo l’unico socio ad avere una casa di proprietà con comunione dei beni con mia moglie, può la banca procedere al pignoramento tenendo in cosiderazione che da pochi mesi abbiamo estinto il mutuo per pagarla? La società ora non è più operativa ed avrebbe di per se il valore per coprire il credito che vanta la banca però nella società ci sono pure altri due miei fratelli che sono entrati con 1/12 per l’eredità lasciata dal padre e quindi non so su cosa si farà valere la banca per recuperare il suo credito..

    • 5 dicembre 2014 - 16:58 | Permalink

      Gentile Marco,
      proprio perché ha estinto il mutuo, il suo immobile diventa allettante per chi detiene il credito.
      Dovrebbe muoversi per metterlo in protezione.
      Escluda la donazione o il fondo patrimoniale, perché si porta addosso più problemi che benefici.

      • Marco
        12 gennaio 2015 - 16:57 | Permalink

        Ringrazio per la risposta celere. Il problema è che ora non mi è possibile nemmeno aprire un mutuo per ristrutturazione con altre banche dando il valore della casa come garanzia perchè c’è questa situazione di liquidazione che prima deve essere risolta..

        • 14 gennaio 2015 - 13:36 | Permalink

          Gentile Marco,
          possiamo risolvere noi questo ostacolo.
          Ci contatti privatamente e specifichi che arriva da un commento del blog.

  • Daniele
    17 gennaio 2015 - 15:24 | Permalink

    Salve a tutti ho un appartamento (UNO) dove vivo e ho la residenza in questo stabile con categoria A2 e non possiedo più nulla—-ho un debito di 70.000 euro con il banco di napoli ho perso il lavoro nel 2010 in questi giorni ho ricevuto una delle tante lettere degli avvocati della banca dove dicevano che giorno 30 gennaio 2015 verrà un tecnico per una verifica dell immobile da parte del tribunale per metterla all’asta…ma se la dovesse andare all’asta e venduta per poco e quindi non coprire il debito con la banca….da quanto ho capito dovrei pagare io more varie spese giudiziarie ecc ecc per copire il restante debito ….come posso fare per non pagare tutte ste cose anche perchè se un domani dovessi trovare lavoro come riuscirei a pagare AFFITTO più rate restanti per coprire il debito con la banca—-

    • 20 gennaio 2015 - 09:56 | Permalink

      Gentile Daniele,
      questo è il classico problema delle peronse come lei che non hanno un lavoro.

      Purtroppo queollo che dice è vero.

      Se la casa viene venduta all’asta e non copre il debito, come accade il 95% delle volte quando c’è un mutuo, il restante debito persegue la persona su stipendio, auto, pensione o altro.

      Se ci sono garanti, la banca insegue loro.

  • Andrea
    21 gennaio 2015 - 14:55 | Permalink

    Buon giorno, purtroppo io e i miei due soci tra l alto una e mia sorella abbiamo una snc , le cose causa della crisi stanno andando male non ci sono entrate o cmq poche per poter pagare i debiti con la banca e con equitalia, vi chiedo se e possibile in qualche modo fare qualcosa per non farci portare via le case dalla banca ,possibile che non si possa evitare questa catastrofe, abbiamo sempre pagato tutto e tutti e ora che la barca fa acqua pochi capiscono. Grazie per l attenzione.

    • 22 gennaio 2015 - 13:42 | Permalink

      Gentile Andrea,
      purtroppo le conseguenze della mala gestione di una SNC sono catastrofiche quando si hanno dei beni immobili.

      Li sarebbe dovuto intervenire il vostro commercialista e pararvi il sedere in qualche modo, invece di arrivare a questa drammatica situazione.

      Dovremmo sentirci privatamente per capire l’onere del debito e come poter proteggere le case.

      Ci contatti in privato.

  • miky
    12 giugno 2015 - 08:44 | Permalink

    Buongiorno, tempo fa avevo una ditta individuale per la quale chiesi alla banca un finanziamento di 15.000 €. Ora mi rimane da restituirne circa 5.000 ma non riesco più a pagare le rate mensili. Il problema è che come garanzia ho usato la mia prima ed unica casa. Cosa accadrà? Mi pignoreranno casa?

  • Halyna
    29 luglio 2015 - 15:46 | Permalink

    Buongiorno, spero qualcuno mi possa aiutare. Miei genitori circa 8 anni fa prendono il mutuo per comprare la casa. fino a due anni fa arrivavano le lettere dalla banca se eravamo in ritardo con i pagamenti che venivano saldati subito, dopo si interompe tutto. Andando alla banca dicono tutto bene, che prendono loro ogni mese i soldi dal conto di papà, ma qualche giorno fa trovandomi in banca chiedo le spiegazioni e loro rispondono nessun mutuo è pagato, la mora arriva a 20 milla euro, la banca sta procedendo con i documenti. cosa volevano dire con questo? Ci stanno pignorando la casa? Cosa dovrei fare, a chi mi devo rivolgere? Grazie in anticipo

    • 30 luglio 2015 - 14:14 | Permalink

      Gentile Halyna,
      se le rate impagate ammontano a 20mila euro e stanno procedendo con i documenti, si, stanno avviando un pignoramento della casa.

      Spero solo che non abbiamo revocato il mutuo. Se non lo hanno fatto potete chiedere di:

      • anticipare una parte del debito accumulato
      • continuare a pagare le rate aggiungendo una parte di denaro che servirà a saldare il debito accumulato

      Se hanno già revocato il mutuo, la cosa si fa difficile.

      • Halyna
        31 luglio 2015 - 17:49 | Permalink

        Salve, in banca non hanno detto niente per quanto riguarda il mutuo, solamente hanno detto che il conto corrente è in sofferenza e per quanto riguarda il mutuo e la casa dobbiamo parlare con un consulente immobiliari del quale ci hanno dato il numero telofonico. Il quale dice che non si può fare niente ma bisogna aspettare la comunicazione del pignoramento, ma non ci ha mai detto che il mutuo è stato revocato. dobbiamo chiedere a lui se le opzioni da Voi suggerite possono essere prese in considerazione? Grazie infinite

        • 5 agosto 2015 - 10:05 | Permalink

          Gentile Halyna,
          secondo me il consulente immobiliare fa altro e non è interno alla banca, credo.

          Credo che il loro fine sia quello di aspettare il pignoramento per fare altro, di cui non conosco.

          Stia solo attenta.

  • Raffa 75
    6 agosto 2015 - 14:25 | Permalink

    cosa significa ” istituire un Trust “?

    • 6 agosto 2015 - 18:56 | Permalink

      Mettere i beni in cassaforte, ma nel vostro caso, essendoci già dei debiti, il Trust non è la soluzione giusta.

  • Raffa 75
    6 agosto 2015 - 14:33 | Permalink

    Se una intera famiglia fa parte di una snc ( 5 persone ) e ha ,oltre al capannone , solo la prima casa e non riuscendo piu ‘ a far fronte alle spese rischia comunque il pignoramento della prima casa ?

    • 6 agosto 2015 - 18:55 | Permalink

      Gentile Raffa,
      i soci di una SNC sono tutti direttamente responsabili dei debiti con i beni propri.

      I vincoli per la prima casa sono solo per Equitalia e con delle variabili.

      Per il resto, tutti gli altri creditori posso aggredire la prima casa.

  • Gilberto
    2 novembre 2015 - 15:22 | Permalink

    Buongiorno , tempo fa ecco un c/C presso una banca , avendo ditta individuale mi avevano proposto l’apertura di un fido di 10.000, il lavoro è andato male e di conseguenza ho raggiunto il monete del fido. La banca mi ha revocato lo stesso e mi ha obbligato a firmare un finanziamento di 14.000 euro per rientrare. Come garante hanno fatto firmare mia moglie (casalinga). Ho pagato le rate per circa 2 anni più causa perdita del lavoro non son più riuscito a saldare le rate. Il conto mi è stato revocato dalla banca e ora mi hanno inviato un decreto ingiuntivo di 13.900 euro da pagare entro 40gg. Premetto che questi soldi non ne ho e abito presso un’abitazione dove sto pagando il mutuo presso un’altra banca ( rate tutte saldate). A oggi la banca creditrice può mettermi la casa all’asta nonostante ci sia un’ipotesi di primo grado da parte della banca che mi ha erogato il mutuo ? C’è un sistema per presentare opposizione ?
    Grazie

    • 3 novembre 2015 - 18:26 | Permalink

      Gentile Gilberto,
      la banca del finanziamento può pignorare la casa se vuole rientrare del proprio credito anche se c’è un’ipoteca di altra banca. È una possibilità.

  • Andrea
    4 novembre 2015 - 19:28 | Permalink

    Buonasera,
    io ho un debito ipotecario sulla mia prima casa di 120.000 ed è la prima casa dove risiedo con la famiglia, come posso fare per non farmela pignorare dalla banca?

    • 5 novembre 2015 - 10:38 | Permalink

      Gentile Andrea,
      per evitare il pignoramento dalla banca l’unico modo è pagare il debito.

      Se non si riesce, è meglio venderla per evitare guai futuri.

  • lorenzo
    1 dicembre 2015 - 14:36 | Permalink

    Salve nel 2013 ho usato due carte di credito differenti nel totale 5000€ .ho rimesso le rate per un po , ma poi la separazione , perdita di lavoro non ho rimesso più nessuna rata. Ho ricevuto una visita di una compagnia di riscossione crediti ma poi più niente…. Nessuno si è. Fatto sentire da più di 2 anni. Rischio casa ( con un mutuo che ho sospeso e ora ripreso a pagare) ??? O altre azioni legali?? Come devo comportarmi per uscire da questa situazione???

    • 2 dicembre 2015 - 20:11 | Permalink

      Gentile Lorenzo,
      il rischio c’è.

      Se non lavora e non ha reddito e l’immobile è capiente, c’è rischio di pignoramento. MAgari non subito perché aspetteranno che il mutuo si abbassi e poi partiranno.

      Chieda una rateazione.

  • Marco
    3 marzo 2016 - 22:05 | Permalink

    Ho un problema con il mio mutuo ho bisogno di aiuto grazie

  • Marco
    3 marzo 2016 - 22:07 | Permalink

    Mio padre accese un mutuo con una banca “usuraia” che ha onorato fino alla sua morte…io non riesco a pagarlo…che fare??

  • Salvatore
    13 marzo 2016 - 12:43 | Permalink

    Buongiorno io ho una causa in corso con la banca dove ho il mutuo, per interessi usurai.
    Non avendo possibilità di pagare le rate del mutuo a causa della situazione economica non ho pagato 19 rate.
    La banca mi ha inviato una lettera dicendo che : mi ha fatto decadere il mutuo.
    Mi chiedo dopo 10 anni di rate pagate e avendo una causa ina corso con la banca mi posso difendere in qualche modo?

    • 16 marzo 2016 - 05:52 | Permalink

      Gentile Salvatore,
      tutto dipende dalla giurisprudenza e dall’interpretazione del giudice della sua causa.

  • antonio
    14 marzo 2016 - 14:36 | Permalink

    Un fondo patrimoniale fatto nel 2009 con ditta aperta nel 2009 ;con nessun debito fino ad ogg,i protegge la mia casa da eventuali creditori?

    • 16 marzo 2016 - 05:59 | Permalink

      Gentile Antonio,
      dipende da chi.

      Se parli dell’ipoteca della casa iscritta prima del fondo la risposta è no.
      Se parli di debiti contratti DOPO il fondo ed eventualmente sono passati i 5 annia, allora è sì.

      Calcola che il fondo non è eterno e si possono iscrivere ipoteche preventive in modo che quando la famiglia si scioglie, i creditori possono prendere il bene.

  • Ulisse
    23 marzo 2016 - 12:22 | Permalink

    Buon giorno ho ipoteca su 1 casa di residenza, dove vivo con la famiglia di cui 1 figlio minore, derivante da fideiussione bancarie. Ho ricevuto in qs giorni comunicazione dal Tribunale di procedura esecutiva. Cosa significa, che tempi ci sono? Grazie

  • Antonello
    19 aprile 2016 - 18:46 | Permalink

    Salve, possono firme a garanzie su prestito chirografario e fideiussione bancaria attacare la mia unica e sola proprietà (casa)? anche senza aver mai istituito ipoteche? Grazie

    • 20 aprile 2016 - 12:05 | Permalink

      Gentile Antonello,
      certo che possono perché è un credito certificato.

      Devono prima emettere decreto ingiuntivo.

      • Antonello
        20 aprile 2016 - 16:00 | Permalink

        okey grazie

      • Antonello
        21 aprile 2016 - 10:23 | Permalink

        Buongiorno. se mi è concesso desidererei farle un’altra domanda, precisando che a titolo di garanzia sono state firmante anche delle cambiali.
        La mia domanda/ipotesi è questa: se vi sarebbe la certezza che vi sia stata da parte della banca anatocismo e usura, le fideiussioni/garanzie decadrebbero?
        Grazie ancora per il tempo dedicato. Saluti

        • 26 aprile 2016 - 12:21 | Permalink

          Gentile Antonello,
          deve farsi assistere da un ottimo legale che sappia gestire la giurisprudenza in fatto di usura che, oggi, è ben diversa da anni addietro e favorevole alle banche.

  • Antonello
    26 aprile 2016 - 09:46 | Permalink

    Buongiorno. se mi è concesso desidererei farle un’altra domanda, precisando che a titolo di garanzia sono state firmante anche delle cambiali.
    La mia domanda/ipotesi è questa: se vi sarebbe la certezza che vi sia stata da parte della banca anatocismo e usura, le fideiussioni/garanzie decadrebbero?
    Grazie ancora per il tempo dedicato. Saluti

    • 26 aprile 2016 - 12:27 | Permalink

      Gentile Antonello,
      firmando le cambiali si accende un titolo esecutivo valido.

      Dipende da cosa ha firmato e il perché di queste cambiali.

      • Antonello
        26 aprile 2016 - 12:49 | Permalink

        ciao e grazie per la risposta. se leggi il commento precedente l’ho specificato. 🙂

        • Antonello
          26 aprile 2016 - 12:49 | Permalink

          “Salve, possono firme a garanzie su prestito chirografario e fideiussione bancaria attacare la mia unica e sola proprietà (casa)? anche senza aver mai istituito ipoteche? Grazie”

          La mia domanda/ipotesi è questa: se vi sarebbe la certezza che vi sia stata da parte della banca anatocismo e usura, le fideiussioni/garanzie decadrebbero?

          • 26 aprile 2016 - 13:10 | Permalink

            I debiti chirografari sono comunque debiti e possono aggredire le proprietà, anche prima casa.

            Le garanzie possono decadere ma devi avere un legale preparato e la giurisprudenza NON garantisce.

  • Alessandro.
    29 agosto 2016 - 17:47 | Permalink

    Buongiorno,
    il mancato pagamento di alcune fatture da parte di miei clienti ha fatto si che la banca girasse sul conto ordinario l’importo anticipato e non coperto, causando uno sconfinamento di €30000. Dopo alcune trattative la cosa non si è risolta e in questi giorni avrei l’appuntamento con il loro legale. Volevo sapere cosa rischio sulla casa acquistata con la mia futura moglie con la quale abbiamo scelto al momento del matrimonio la separazione dei beni.
    Grazie, Alessandro.

    • 1 settembre 2016 - 11:45 | Permalink

      Gentile Alessandro,
      anche se avete la separazione dei beni ma la casa è intestata ad entrambi, la casa è a rischio comunque per debiti tuoi.

  • Rein
    1 novembre 2016 - 14:57 | Permalink

    Buongiorno,volevo un informazione ho un mutuo di 25 anni effettuato nel 2007,oggi ho 5 rate scadute ancora purtroppo non pagate,ho ricevuto una chiamata di cui mi diceva che se non pago tutto entro 11 novembre la pratica va dall avvocato..dopo quante rate possono togliere la casa?e per sapere se il mutuo e regolare come devo fare?cordiali saluti aspetto sue notizie

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *